HOME  CHI SIAMO  CATALOGO  NEWS   CONTATTI   ACQUISTA

         

   

 

         EDUCAZIONE STRADALE

  

La Scuderi Editrice organizza, ogni anno scolastico, un corso di Educazione alla Sicurezza Stradale, rivolto ai docenti ed agli studenti e finalizzato non soltanto all’apprendimento delle norme sulla circolazione stradale, ma anche a promuovere negli alunni “l’interiorizzazione” di tali norme ed a coglierne e rispettarne i valori che li hanno dettate, in primo luogo il valore della vita propria e quella degli altri.

In tale ottica, ed allo scopo di fornire ai preadolescenti gli indispensabili strumenti, non solo di ordine tecnico-scientifico, ma soprattutto giuridico, psicologico e sanitario, si inserisce il nostro programma di un progetto di Educazione Stradale avente come riferimento il Codice della Strada, la sicurezza della per¬sona, nonché gli elementi di primo soccorso. Il progetto prevede incontri degli alunni e docenti referenti con operatori esperti del settore di “Polizia Stradale”, e con personale medico specializzato, nel quale saranno impartiti elementi di Primo Soccorso in caso di incidenti stradali e norme comportamentali, nonché manifestazione finale, con simulazione di un percorso stradale nel quale sono impegnati gli alunni che hanno preso parte al corso teorico, al fine di verificare le conoscenze acquisite.

Quale specialistico e prezioso supporto didattico si pone il testo “SICURI PER LA STRADA - Guida all’educazione stradale ad uso degli alunni della scuola dell’obbligo”. Il volume, nato dalla fusione delle diverse esperienze degli autori, viene proposto non solo come libro per gli alunni, ma anche come guida didattica per i docenti ed è utilizzabile come unico testo sia per le scuole elementari che per le medie inferiori.

Nell’ambito del progetto, inoltre, la Editrice Scuderi, con il Coordinamento Compagnie Irpine di Spettacolo presenta “Il Teatro di Gluck” in “Doppio Senso” (Spettacolo-Lezione di Educazione Stradale per le scuole materne ed elementari): Calotta e Pistone, i protagonisti della storia, attraverseranno la città percorrendo strade sconosciute, “incrociando incroci, scavalcando cavalcavia, oltrepassando passaggi a livello, su e giù per dirupi, burroni, burroni, scale e dislivelli”. Alla fine del loro “viaggio” (parte spettacolare) essi si troveranno al cospetto di Dryfuss, “il signore della strada asfaltata”, da cui impareranno le regole da rispettare per passeggiare finalmente sicuri per la città (parte didattica).